25 giugno 2013

1998 - The Wild Boar was born

Si, era più o meno il 1998 quando cambiai lavoro.
Era un'azienda più grossa rispetto a quella nella quale avevo lavorato prima e, come in tutte le aziende un po' grosse, si organizzavano spesso cene tra colleghi.
Essendo io il nuovo arrivato avevo incuriosito, come accade normalmente, le persone.
Erano in percentuale più donne che uomini ma non credo avessi suscitato in loro porno-desideri o forse non me ne rendevo conto.
Un giorno l'organizzatrice mi disse squittendo:
"venerdì andiamo a mangiare una pizza, una cena tra colleghi...vieni?"
Io la guardai e le dissi:
"no grazie, al venerdì esco con la mia Morosa"
Lei non si diede per vinta:
"ma se vuoi possiamo organizzarla un'altra sera"
Io la guardai ancora:
"no guarda, grazie ma sicuramente avrò qualcosa di meglio da fare."
Lei assunse le sembianze di una statua di sale ed io continuai:
"vi vedo già otto ore al giorno. Secondo te quando esco di qua posso avere ancora il desiderio di vedervi?"
Lei disse on malcelato disgusto:
"sei un cinghiale".

Ecco, le persone che hanno a che fare con il lato poco socievole di me non pensano che forse le trovo noiose, che magari non hanno nulla di interessante da dirmi. No. Loro pensano che se uno non vuole parlare, frequentare o socializzare con loro deve essere un orso, un cinghiale, un asociale di merda.
"Come" immagino penseranno con il loro cervello delle dimensioni di un cappero "sono una persona brillante, simpatica, unicamente fantastica e questo pezzo di sterco non mi caga?"

Ebbene si, ho il pessimo vizio di essere amabile e socievole con le persone che mi piacciono. Le altre le saluto e basta.
Ed i colleghi non ce li scegliamo. Non sono come gli amici. Te li ritrovi lì e se ti va di culo incappi in un posto in cui c'è della figa e magari qualcuna la scopi pure, altrimenti sei fottuto.
Oggi, dove lavoro io, sono fottuto.
Poche donne e brutte come la grandine in una vigna.
Persone che parlano di politica, di soldi che non bastano mai, che sparlano dietro agli altri.
In pratica tutti argomenti di cui mi importa un cazzo.
Risultato: sto per i cazzi miei, mi limito a salutarli, non partecipo alle cene aziendali e sto sui coglioni a tutti.

E questo mi piace un sacco.
Se posso fare dispetto a qualcuno non mi tiro certo indietro.
Credo sia merito del mio segno zodiacale cinese: la scimmia.


0 commenti:

Posta un commento