12 luglio 2013

I vizi capitali di The Cunnilinguist

"Gola, accidia, lussuria: queste sono le tre virtù cardinali, le virtù della festa. 
Il paradiso sulla terra."
Jean-Louis Bory



Del resto, pensate come sarebbe bella una vita fatta esclusivamente di sesso, cibo e ozio.
Vero, ci sarebbero persone che si annoierebbero dopo un po' e desidererebbero tornare in ufficio ma questa sarebbe la mia vita.
In effetti spesso ho sentito colleghi felici della fine delle ferie perché a casa si annoiavano.
Costoro, tra qualche decennio, saranno i classici pensionati che romperanno il cazzo al mondo, che vedrete in giro all'alba, fuori dalla posta oppure dal medico e che saranno sempre chiusi in cantina a fare cose inutili e rumorose (penso che per alcuni il rumore del trapano dia una sorta di orgasmo sensoriale).
Io provo sincera ammirazione per queste persone e le sento superiori a me.
Darei qualsiasi cosa per essere uno di quelli felici di stare in ufficio, al lavoro.

Io, invece, ho questo fardello che mi accompagna da sempre.
Sono una persona mite ed umile, quindi la superbia non mi appartiene, come non mi appartiene l'avarizia (penso che i soldi vadano spesi) e nemmeno l'invidia, anzi sono sinceramente felice se una persona ha fortuna in qualsiasi ambito.
E men che meno sono colpito dall'ira visto che me ne batto il cazzo in generale.
Però sono goloso, pigro e penso decisamente troppo al sesso.
Vorrei davvero essere uno che ama l'insalata scondita oppure un piatto di carote cotte al vapore ma non ce la faccio, alla fine preferisco sempre una pizza o un piatto di pansotti in salsa di noci.
E che dire della lussuria? Quanto vorrei non avere questa perenne voglia di sesso, di infilare la lingua tra le cosce di una fanciulla...essere un asessusato che magari alla figa predilige gli scacchi.
E la pigrizia? Davvero vorrei venire al lavoro felicemente ed essere triste la sera quando è ora di tornare a casa dall'ufficio. E per il week end, invece di dormire fino all'una, alzarmi dal letto per stendermi sul divano a guardare la tele o leggere un libro o magari su una sdraio all'ombra, vorrei davvero alzarmi all'alba per mettermi a fare qualcosa, ma non ci riesco.

Gola, accidia e lussuria fanno parte di me da sempre e non riesco a liberarmene. Sono un debole, lo so.

Ne parlavo giusto stamani con una splendida fanciulla della quale non rivelerò il nome, a proposito del fatto che lei mangia 1 Kinder fetta al latte mentre io ne mangio almeno tre e mi trattengo.
Sono fatto così: non sono mai sazio di quello che mi piace.
Mi dessero 100 bomboloni alla crema da mangiare, la voglia sarebbe quella di ingozzarmi fino a star male perché la golosità è una brutta bestia.
Idem per il sesso: io non farei altro che scopare. E non è che scopi poco eh...
Si, ok, lo dico ma alla fine è un gioco. Sicuramente scopo meno di una pornostar ma vi sono stati periodi nella mia vita in cui scopavo 3 ragazze diverse la settimana e in alcuni casi si stava a letto per un paio d'ore se non tre.
Eppure, quando era ora di tornare a casa e salivo in auto, avevo ancora voglia e non perché non era stata soddisfacente la scopata ma perché sono goloso anche di sesso.

In effetti non ho mai trovato una donna che mi scopasse al punto da supplicarla di smettere perché non ce la facevo più e confesso mi sarebbe piaciuto vivere una notte in cui, alla fine, non riesci nemmeno più a rialzarti dal letto per quanto sei stato spremuto dalla tua Amante, ma non è mai successo.
Magari accadrà un giorno, anzi sicuramente: ho quasi 45 anni, non più 20, e inizio ad avere un numero di anni sulle spalle tale che penso ci vorrà poco per sfiancarmi di sesso.

Se e quando accadrà sarete le prime a saperlo.

6 commenti:

  1. Abbiamo in comune più o meno gli stessi vizi :D

    Ma la gola, nel mio caso, rientra sempre nella lussuria (A)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti sono goloso anche di "cunny honey" quindi tecnicamente anche nel mio caso potrebbe.
      Buon week end lussuriosa ragazza :-*

      Elimina
  2. I kinder fetta al latte sono una maledetta droga.
    Ogni volta che passo davanti al banco frigo e le vedo devo fare violenza su me stessa per non sdraiarmici sopra e mangiarle tutte.Ripeto. Ci mettono qualcosa dentro. Per dorza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero. Sono quelle cose che fanno uscire il golosastro che è in noi. Sembrano prodotti direttamente dal Demonio.
      Altro che mela tentatrice :-)

      Elimina
  3. Gola, pigrizia e lussuria (non in quest'ordine) sono i miei secondi nomi. Ma a letto stanno bene insieme solo la prima e l'ultima. Gli amanti devono fare il loro lavoro, e stillare sudore è un modo veloce per giudicare se ci si sta impegnando davvero, soprattutto quando si cavalca. Il mio sport preferito! ^_-
    Bonne nuit

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosalie...sei irresistibile :-)
      Si concordo...come dico sempre "concepisco lo sforzo fisico solo se finalizzato al piacere sessuale" ed essendo un altruista per natura, soprattutto il piacere sessuale della mia lei di turno :-)

      Elimina