15 ottobre 2013

L'Amante perfetto

Esiste l'amante perfetto?
Beh io sono stato definito un perfetto trombamico ma questo non c'entra dato che l'amante ed il trombamico sono due cose diverse:
il trombamico è l'amico che poi ti scopa mentre l'amante è quello che ti scopa e non è detto che poi diventi amico.

Io, e lo so che stentate a crederlo, sono stato un amante.
Diciamo che sono stato l'amante di più di una donna.
Alcune single, altre sposate e altre ancora fidanzate.
La cosa stupefacente è che mi hanno voluto nel loro letto altre volte e che mi rivolgono ancora la parola.
Pensate che alcune di loro mi fanno ancora delle avances.

Quindi, in qualità di ex amante, ho le idee abbatanza chiare su cosa una donna desidera da una relazione parallela e su come deve essere l'amante.
Lasciamo perdere il discorso fisico dato che è un qualcosa di soggettivo e se ci sono state donne che hanno desiderato, e forse desiderano ancora, uno come me, direi che l'aspetto fisico non è così fondamentale, nel senso che sono altre le cose che una donna cerca, vuole e desidera.

Intanto una donna, da una relazione non ufficiale, vuole qualcosa che non ha in quella ufficiale o non ha più.
Cerca emozioni nuove, passione, sentirsi desiderata, considerata e, magari, anche amata.
Una relazione clandestina offre emozioni che un mènage consolidato non può dare e poi ci può stare di voler cambiare sapori.
Credo sia anche normale: dopo anni e anni la voglia di qualcosa di diverso viene.
E non significa che non si ama più il proprio partner, ma solo che si vuole la famosa "botta di vita".
Quindi l'amante ideale deve essere passionale, dolce e farla sentire desiderata e seducente.

Non deve essere possessivo o geloso; l'esclusività la si può pretendere nel rapporto ufficiale ma non in quello con l'amante.
Se vi attrae qualcuno o qualcuna è perché probabilmente ha quel "nonsoché" che solo chi vive una vita sessuale "allegra" può avere.
La moglie "martire" fedele ed irreprensiva è poco seducente rispetto a quella che magari abbiamo conosciuto on line e che ci raccontava le sue porno-avventure.
Io poi le "bad Girls" le trovo irresistibili.

Non si deve essere pretenziosi, tipo rompere il cazzo se non riesce a vedevi quando volete voi o, magari, non vuole lasciare il proprio lui.
Il rapporto tra amanti può durare un giorno come una anno o dieci...ma siete solo amanti.
Funziona solo perché siete amanti. Se mollaste le vostre storie inizialmente sarebbe tutto magnifico ma poi subentrerebbe la routine e allora sareste ancora a cercare amanti.
Se una donna vi scopa come amante è perché vuole il vostro cazzo e non lavare i vostri boxer.
E quando la vostra amante dice "basta" è basta.
Siate uomini e non bambini frignanti. Se la storia è finita ringraziate gli Dei di averla vissuta e toglietevi dal cazzo.
Se ce la fate e se il rapporto era di un certo tipo restatele amici sinceri altrimenti andatevene affanculo.
Pensate di essere degli uomini? Volete essere trattati da uomini? E allora siate uomini!
Accettate la fine di una storia, il fatto che magari abbia deciso di non tradire più il suo uomo o che abbia trovato uno che la scopa meglio di voi.

Quindi:
si a passione, trasgressione, desiderio;
no a gelosia, possessività e menate varie.

Ora, secondo alcuni è meglio avere amanti impegnati, sposati o con relazioni stabili.
Questo aiuterebbe ad evitare che vi stia troppo attaccato e che vengano rispettati i propri spazi ma non è detto.
Io ho avuto amanti single le quali, consapevoli del fatto che non avrei mollato la mia Morosa, mi chiamavano quando avevano voglia di stare con me e fine.
Niente scenate o comportamenti da stalker.
Basta essere sinceri subito e non mentire dicendo che si vuole lasciare la propria donna per avere più chances.

Quindi direi che sarei potuto essere considerato un buon amante.
Non rompevo il cazzo, ero discreto, pulito, non avevo pretese, non ero geloso e di sicuro davo tutto me stesso per far si che la mia amante provasse piacere.
Ero disponibile quando mi si voleva e non avanzavo pretese di nessun tipo.
Una specie di troietta sempre pronta, tranne le serate nelle quali stavo con la Morosa...che la vita è fatta di priorità.
Le mie ex hanno sempre saputo che le desideravo anche se non avevo atteggiamenti da bambino capriccioso.

Del resto, non posso contare su avvenenza, fascino o misure prodigiose...almeno qualcosa di buono l'avevo pure io.
Ah, avevo perché mi sono ritirato dalle scene.
Perché mi sono ritirato dalle scene? Ah, una lunga storia...che magari racconterò.


12 commenti:

  1. Adesso mi hai davvero incuriosita: perchè ti sei ritirato? E' subentrata la noia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lady. No non credi sia la noia quanto l'insoddisfazione.
      Sai, voglio che il sesso che ho fatto mi resti addosso per giorni e non uscire e sentirsi come se non fosse successo niente.

      Elimina
  2. Possessività e gelosia. Insomma quello che rende appassionato un rapporto ufficiale, rovinerebbe quello non ufficiale. Ma a me piace il conflitto, e se il mio amante diventa geloso io mi diverto anche di più. ^.^
    Almeno finché non prende l'accetta dalla cantina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ecco...ti piace l'amante geloso perché soddisfi la tua componente sadica ;-)

      Elimina
  3. Simpatico post, molto chiaro e lucido! ^_^ Condivido che essere amanti non dev'essere una paranoia, altrimenti si finisce dalla padella alla brace. Lo si e' per stare bene, per avere cio' che nalla propria coppia ufficiale non si ha piu' o si ha poco. Purtroppo le cose non sono mai cosi' lineari..... L'amante non e' solo una scopata occasionale ma talvolta diventa anche un partner sentimentale. Per questo spesso nascono i casini. Perché prima o poi uno dei due si attacca troppo e gli equilibri saltano. Lo so perche' ho avuto un amante anni fa. Lui di fatto usava il sentimento solo per andare a letto...io pensavo fosse innamorato. Quando la verita' e' venuta fuori, ci sono rimasta male. Fosse stato sincero da subito, avrei evitato anni e anni di paranoie. Credo che l'importante sia: essere chiari da subito sul tipo di rapporto che si desidera dare/avere e soprattutto, NON GIOCARE con i sentimenti altrui....in questi modo si evitano casini, recriminazioni e rotture varie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto. Hai centrato il pieno la questione.
      Infatti io ho spesso pensato che fosse meglio smettere di lasciarmi andare e di finire in letti altrui.
      Questo perché le mie ex AA, non tutte ma un buon numero, finivano per vedere in me "altro".
      Perché probabilmente io non faccio sesso ma faccio l'amore. Vero, alterno le due cose ma di fondo credo una donna quando mi bacia capisce che non sono lì solo per la sua figa...capisce che mi piace e che la desidero davvero.
      Da qui possono nascere equivoci ma, per fortuna, non hanno mai dato problemi.
      Molte di loro, quasi tutte, si sono limitate a dire che fossi stato single mi avrebbero voluto come uomo ufficiale ma null'altro.
      Di sicuro non ho mai usato l'arma dell'"amore" per sedurre una facendole credere chissà cosa.
      Sarebbe troppo brutto.

      Elimina
  4. Chi cazzo e' che ti fa le avances? ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhh sapessi. Non tutte le donne fanno chiacchiere e basta come te mia AAATN ;-)

      Elimina
    2. E tu approfittane ora. Che appena mi rimetto in sesto come si deve,sono cazzi tuoi!!! ;))

      Elimina
    3. Ecco...allora rimettiti in forma presto...poi il cazzo e la lingua saranno tuoi ;-)

      Elimina
    4. Ah ma sono miei comunque,eh...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...